logo
logo Case Terrasini: sole, mare, storia, cultura e relax, case,
quanto di meglio puoi trovare nel Mediterraneo
Facebook

Trappeto. Alla scoperta del piccolo borgo marinaro in provincia di Palermo


trappeto

Trappeto è un piccolo borgo marinaro a circa 40 km da Palermo che da molti anni è diventata meta turistica d'eccellenza grazie al suo splendido mare, le sue caratteristiche spiagge - la Ciammarita, il Casello e San Cataldo - le sue baie e calette e per le bontà gastronomiche.

Si erge a circa 15 metri sul livello del mare e le sue caratteristiche abitazioni hanno quasi tutte una vista meravigliosa sul Golfo di Castellammare. Tante sono le proposte di case, ville, B&B e case vacanza che potrete trovare in Caseterrasini.com

trappeto

Trappeto, fondato nel XIV secolo nella selva Partenia di Federico II d'Aragona, che per la ricchezza di fauna di quei luoghi lo utilizzava come riserva di caccia, nei secoli si è trasformato in un piccolo angolo di paradiso, al centro di un itinerario storico millenario. Il suo territorio è fertile, ricco di bellezze naturali e di verde lussureggiante.

trappeto

Ricco di vigneti ed agrumeti si affaccia su una costa stupenda il cui mare, un tempo solcato da velieri carichi di vino e zucchero, oggi è popolato da natanti turistici e villeggianti.
Il suo nome deriva da "Trappetum Cannamelarum", che ricorda la vocazione delle sue terre alla coltivazione della canna da zucchero. Questa fabbrica fu costruita nel 1480 per volontà di Francesco Bologna proprio per la lavorazione della cannamela coltivata in modo intensivo grazie alla ricchezza d'acqua dolce dovuta alla foce del fiume Nocella. Francesco Bologna aveva ricevuto queste terre in feudo dal re Alfonso d'Aragona. Accanto all'opificio fu costruita una torre d'avvistamento, che entrava a far parte del sistema di difesa costiera del Senato Palermitano insieme alle altre torri poste lungo tutta la costa.

trappeto

L'urbanizzazione vera e propria avvenne però qualche secolo dopo, nel 1680 grazie al nuovo padrone il barone di san Lorenzo che fece erigere la Chiesa di Maria SS. dell'Annunziata attorno a cui si costruirono le prime case, tutte abitate da pescatori.

trappeto

Ancora oggi il piccolo comune conserva le sue originarie peculiarità: tanto verde, le case dei pescatori colorate da contemporanei murales, una produzione agricola ed ittica di grande qualità, ed è proprio questo che la rende meta di un turismo entusiasta consapevole di trovare relax e tante piacevoli occasioni di vita sociale.

Trappeto

Non bisogna dimenticare, però, che Trappeto è stato protagonista di un grande movimento culturale, politico e sociale, iniziato nel 1952 da Danilo Dolci, sociologo, poeta, educatore ed attivista della non violenza che promosse lotte non violente contro la mafia, il sottosviluppo, per i diritti e per il lavoro. Questa sua attività gli valse il soprannome di "Gandhi italiano". Ancora oggi il Centro "Borgo di Dio", voluto fortemente da Dolci, porta avanti il lavoro del suo fondatore e promuove iniziative valide per il risveglio culturale ed artistico, nonché per uno sviluppo economico attento al rispetto del territorio e della storia collettiva.

trappeto

Trappeto si può raggiungere: in automobile dall'autostrada A29 Palermo-Mazara del Vallo uscendo al casello di Trappeto; in treno con il locale Palermo-Trapani che prevede una fermata alla stazione del piccolo comune, ubicata a monte del paese.
di Monica Cecere - blogger flâneur per Caseterrasini.com



Trappeto. Alla scoperta del piccolo borgo marinaro in provincia di Palermo


trappeto

Trappeto è un piccolo borgo marinaro a circa 40 km da Palermo che da molti anni è diventata meta turistica d'eccellenza grazie al suo splendido mare, le sue caratteristiche spiagge - la Ciammarita, il Casello e San Cataldo - le sue baie e calette e per le bontà gastronomiche.

Si erge a circa 15 metri sul livello del mare e le sue caratteristiche abitazioni hanno quasi tutte una vista meravigliosa sul Golfo di Castellammare. Tante sono le proposte di case, ville, B&B e case vacanza che potrete trovare in Caseterrasini.com

trappeto

Trappeto, fondato nel XIV secolo nella selva Partenia di Federico II d'Aragona, che per la ricchezza di fauna di quei luoghi lo utilizzava come riserva di caccia, nei secoli si è trasformato in un piccolo angolo di paradiso, al centro di un itinerario storico millenario. Il suo territorio è fertile, ricco di bellezze naturali e di verde lussureggiante.

trappeto

Ricco di vigneti ed agrumeti si affaccia su una costa stupenda il cui mare, un tempo solcato da velieri carichi di vino e zucchero, oggi è popolato da natanti turistici e villeggianti.
Il suo nome deriva da "Trappetum Cannamelarum", che ricorda la vocazione delle sue terre alla coltivazione della canna da zucchero. Questa fabbrica fu costruita nel 1480 per volontà di Francesco Bologna proprio per la lavorazione della cannamela coltivata in modo intensivo grazie alla ricchezza d'acqua dolce dovuta alla foce del fiume Nocella. Francesco Bologna aveva ricevuto queste terre in feudo dal re Alfonso d'Aragona. Accanto all'opificio fu costruita una torre d'avvistamento, che entrava a far parte del sistema di difesa costiera del Senato Palermitano insieme alle altre torri poste lungo tutta la costa.

trappeto

L'urbanizzazione vera e propria avvenne però qualche secolo dopo, nel 1680 grazie al nuovo padrone il barone di san Lorenzo che fece erigere la Chiesa di Maria SS. dell'Annunziata attorno a cui si costruirono le prime case, tutte abitate da pescatori.

trappeto

Ancora oggi il piccolo comune conserva le sue originarie peculiarità: tanto verde, le case dei pescatori colorate da contemporanei murales, una produzione agricola ed ittica di grande qualità, ed è proprio questo che la rende meta di un turismo entusiasta consapevole di trovare relax e tante piacevoli occasioni di vita sociale.

Trappeto

Non bisogna dimenticare, però, che Trappeto è stato protagonista di un grande movimento culturale, politico e sociale, iniziato nel 1952 da Danilo Dolci, sociologo, poeta, educatore ed attivista della non violenza che promosse lotte non violente contro la mafia, il sottosviluppo, per i diritti e per il lavoro. Questa sua attività gli valse il soprannome di "Gandhi italiano". Ancora oggi il Centro "Borgo di Dio", voluto fortemente da Dolci, porta avanti il lavoro del suo fondatore e promuove iniziative valide per il risveglio culturale ed artistico, nonché per uno sviluppo economico attento al rispetto del territorio e della storia collettiva.

trappeto

Trappeto si può raggiungere: in automobile dall'autostrada A29 Palermo-Mazara del Vallo uscendo al casello di Trappeto; in treno con il locale Palermo-Trapani che prevede una fermata alla stazione del piccolo comune, ubicata a monte del paese.
di Monica Cecere - blogger flâneur per Caseterrasini.com



Trappeto. Alla scoperta del piccolo borgo marinaro in provincia di Palermo


trappeto

Trappeto è un piccolo borgo marinaro a circa 40 km da Palermo che da molti anni è diventata meta turistica d'eccellenza grazie al suo splendido mare, le sue caratteristiche spiagge - la Ciammarita, il Casello e San Cataldo - le sue baie e calette e per le bontà gastronomiche.

Si erge a circa 15 metri sul livello del mare e le sue caratteristiche abitazioni hanno quasi tutte una vista meravigliosa sul Golfo di Castellammare. Tante sono le proposte di case, ville, B&B e case vacanza che potrete trovare in Caseterrasini.com

trappeto

Trappeto, fondato nel XIV secolo nella selva Partenia di Federico II d'Aragona, che per la ricchezza di fauna di quei luoghi lo utilizzava come riserva di caccia, nei secoli si è trasformato in un piccolo angolo di paradiso, al centro di un itinerario storico millenario. Il suo territorio è fertile, ricco di bellezze naturali e di verde lussureggiante.

trappeto

Ricco di vigneti ed agrumeti si affaccia su una costa stupenda il cui mare, un tempo solcato da velieri carichi di vino e zucchero, oggi è popolato da natanti turistici e villeggianti.
Il suo nome deriva da "Trappetum Cannamelarum", che ricorda la vocazione delle sue terre alla coltivazione della canna da zucchero. Questa fabbrica fu costruita nel 1480 per volontà di Francesco Bologna proprio per la lavorazione della cannamela coltivata in modo intensivo grazie alla ricchezza d'acqua dolce dovuta alla foce del fiume Nocella. Francesco Bologna aveva ricevuto queste terre in feudo dal re Alfonso d'Aragona. Accanto all'opificio fu costruita una torre d'avvistamento, che entrava a far parte del sistema di difesa costiera del Senato Palermitano insieme alle altre torri poste lungo tutta la costa.

trappeto

L'urbanizzazione vera e propria avvenne però qualche secolo dopo, nel 1680 grazie al nuovo padrone il barone di san Lorenzo che fece erigere la Chiesa di Maria SS. dell'Annunziata attorno a cui si costruirono le prime case, tutte abitate da pescatori.

trappeto

Ancora oggi il piccolo comune conserva le sue originarie peculiarità: tanto verde, le case dei pescatori colorate da contemporanei murales, una produzione agricola ed ittica di grande qualità, ed è proprio questo che la rende meta di un turismo entusiasta consapevole di trovare relax e tante piacevoli occasioni di vita sociale.

Trappeto

Non bisogna dimenticare, però, che Trappeto è stato protagonista di un grande movimento culturale, politico e sociale, iniziato nel 1952 da Danilo Dolci, sociologo, poeta, educatore ed attivista della non violenza che promosse lotte non violente contro la mafia, il sottosviluppo, per i diritti e per il lavoro. Questa sua attività gli valse il soprannome di "Gandhi italiano". Ancora oggi il Centro "Borgo di Dio", voluto fortemente da Dolci, porta avanti il lavoro del suo fondatore e promuove iniziative valide per il risveglio culturale ed artistico, nonché per uno sviluppo economico attento al rispetto del territorio e della storia collettiva.

trappeto

Trappeto si può raggiungere: in automobile dall'autostrada A29 Palermo-Mazara del Vallo uscendo al casello di Trappeto; in treno con il locale Palermo-Trapani che prevede una fermata alla stazione del piccolo comune, ubicata a monte del paese.
di Monica Cecere - blogger flâneur per Caseterrasini.com



 PAGINE [ più recente: 3 ] [ archivio: 2 - 1 - ]

Powered by MMS - © 2017 EUROTEAM